Piantare tulipani: segui i consigli di Doctor Bioges

Piantare tulipani: segui i consigli di Doctor Bioges

tulipanoI tulipani sono delle bulbose della famiglia delle Liliacee, molto apprezzati per i loro fiori grandi, eleganti, molto colorati e dal profumo delicato. I tulipani adornano, infatti, spazi di verde pubblico ma anche giardini, terrazzi ed aiuole private. La pianta si compone di un bulbo sotterraneo perenne che genera uno stelo verde, che si erge ben dritto con un esiguo numero di foglie ed un fiore in cima dai colori più svariati. Il fiore ricorda una coppa con 3 petali e 3 sepali. Piantare tulipani è abbastanza semplice perché la pianta non è esigente ed è abituata a crescere in zone montuose ma dal clima poco rigido. Emblema dei Paesi Bassi, il tulipano è originario dell’Asia minore, il suo nome deriva, infatti, dal termine “dulband” (turbante) per la sua forma. L’Olanda è il principale produttore ed esportatore mondiale di tulipani. Sono state sviluppate nel corso dei secoli, centinaia di cultivar e specie ibride che si differenziano per la forma del fiore, dimensioni della pianta e per il periodo di fioritura. I fiori di tulipano, dunque, possono assumere svariate tonalità, con petali di un singolo colore oppure striati, di forma acuminata oppure sfrangiata. Molto apprezzati sono i tulipani gialli, simboli di ilarità e speranza ma, anche i tulipani bianchi come simbolo di purezza ed innocenza ed infine i tulipani rosa come simbolo di amore innocente.

Quando piantare i tulipani – Qual è la stagione migliore per l’impianto dei bulbi?

Il periodo ideale per piantare e mettere a dimora i bulbi è l’autunno.  Infatti, dal mese di ottobre fino alla fine di novembre si possono mettere a dimora i bulbi di tulipano. Il mese di dicembre è l’ultimo mese utile invernale per piantare i tulipani. La pianta necessita del riposo invernale, al riparo dalle gelate, prima della fioritura primaverile. Conoscere la varietà di tulipani è importante per piantare i loro bulbi nel periodo giusto. Il periodo di fioritura del tulipano varia a seconda della cultivar, in generale tra marzo, aprile e maggio. I fiori amano il sole, ma non l’esposizione ai venti, i climi temperati sono il loro habitat ideale. Il terreno ideale per tulipani è sabbioso e ben drenante, ricco di nutrienti organici. Per questa tipologia di piante è particolarmente indicata la concimazione con prodotti naturali di natura organica, per questo motivo concimi organici a lento rilascio come i concimi in pellet possono rappresentare la giusta soluzione.

Come piantare i bulbi di tulipano in vaso ed in giardino 

I tulipani si possono coltivare in vaso o nel terreno, a gruppi o in aiuole. Tra le varietà di tulipano, ideale per la coltivazione in vaso è il tulipano gigante Cottage.  La piantumazione – in vaso o giardino – richiede di:

  • interrare i bulbi a 10 cm di profondità (o 3 volte il diametro del bulbo) con la punta rivolta verso l’alto;
  • distanziare i tulipani di 12 cm l’uno dall’altro;
  • coprire con il terreno e bagnare con poca acqua.

Concimazione del tulipano 

Concime NPK liquido ideale per i ciclamini, camelie, azalee ed altre acidofile

Un prodotto ideale per tutte le piante da orto e giardino da utilizzare anche in fase di trapianto è Day-Horto. Day-Horto è un concime in pellet biologico a lento rilascio, eccellente per rigenerare terreni poveri in quanto ne migliora la struttura  stimolandone la fertilità. Può essere utilizzato durante la fase di preparazione del terreno sia in vaso che nella buca di trapianto in giardino, prima della messa a dimora dei bulbi nel periodo autunnale. Per stimolare e sostenere la fioritura durante il periodo primaverile,  è consigliabile l’uso di un concime specifico per bulbose come VivacityVivacity è un concime per bulbose, in formulazione liquida dal rapido assorbimento. Può essere utilizzato anche per altre tipologie di piante bulbose  come fresie, iriscallebegonie,ciclamini, narcisi,giacinti e tante altre.  Vivacity, dunque, intensifica la fioritura allungandone la durata e conferisce ai fiori colori vivaci ed intensi.

Tulipani – cura e manutenzione in casa ed in giardino

Chi coltiva tulipani in casa dovrà fare attenzione a non disporre i vasi al sole diretto del sole e creare un ambiente ben aerato. I tulipani temono i ristagni di acqua
che provocano marciume e malattie. L’irrigazione deve essere, dunque, moderata, limitata al periodo vegetativo, frequente ma non eccessiva. È possibile ricorrere alla concimazione di mantenimento durante le innaffiature. Una malattia insidiosa e mortale per il tulipano è la muffa Botrytis Tulipæ, così come la ruggine fogliare. Le malattie fungine si possono evitare con trattamenti preventivi sui bulbi o sulle piante. La fine della fioritura è indicata dalle foglie che si essiccano in questi casi, occorre recidere il fiore, togliere le foglie secche e lasciar riposare il bulbo che preserverà le sue energie fino alla fioritura primaverile successiva. La pianta non richiede potatura, ma per avere fiori bellissimi alla stagione successiva basta eliminare i fiori appassiti o rovinati.

Segui il Blog di Bioges!

Sei un appassionato di fiori, leggi anche:

Orchidee phalaenopsis cura, manutenzione e concimazione

 

Vuoi maggiori informazioni riguardo le patologie fungine che possono colpire le nostre piante:

 

Malattie delle piante : impariamo a riconoscerle !

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.